3 min per la lettura

Cosa dobbiamo aspettarci dalla moda primavera estate 2020? La risposta ha sfilato sulle passerelle della Settimana della moda di Milano

La Settimana della Moda fa brillare Milano I temi affrontati dai designer e le nuove proposte per la stagione La Collezione Primavera Estate 2020 vista da Moreschi L’arrivo della nuova stagione è vicino e per questo dobbiamo aggiornare il guardaroba con le nuove tendenze di stile. Buttiamo l’occhio e prediamo spunto dalle proposte presentate dai […]

L’arrivo della nuova stagione è vicino e per questo dobbiamo aggiornare il guardaroba con le nuove tendenze di stile. Buttiamo l’occhio e prediamo spunto dalle proposte presentate dai designer nella scorsa Settimana della Moda di Milano.

La Settimana della Moda fa brillare Milano

Il capoluogo lombardo è culla di tendenze e palcoscenico mondiale di molti eventi, ogni sei mesi si trasforma per ospitare uno degli eventi di moda più importanti a livello mondiale: la Settimana della Moda di Milano.

Dal 1958 viene organizzata dalla Camera Nazionale della Moda che con il suo calendario fittamente strutturato mette in moto la città frenetica per eccellenza.

La metropoli meneghina rientra nelle “Big Four” ovvero fa parte delle quattro città in cui si concentrano lo stile e la moda. Il via alle danze è con New York, seguito da Londra, poi Milano, e termina con Parigi.

Le più celebri case di moda mostrano le nuove collezioni, tra sfilate di moda ed eventi super privati calcando e scovando le location più esclusive e ricercate di Milano.

Buyer, addetti stampa e appassionati di moda accorrono da tutto il mondo per assistere a presentazioni, visite negli showroom ed eventi più esclusivi.

La Settimana della Moda di Milano è un punto di riferimento per promuovere la moda, lo stile italiano ed anche il made in italy. Ci aiuta ad estrapolare le line guida che i designer ci propongono per la prossima stagione ovvero le tipologie di abiti, colori, borse, scarpe e occhiali.

I temi affrontati dai designer e le nuove proposte per la stagione

Ma cosa ci dobbiamo veramente aspettare dalle nuove collezioni Primavere Estate 2020?

Nei mesi passati hanno sfilato le collezioni dei più importanti stilisti italiani e internazionali definendo le tendenze per l’imminente stagione.

Tema principale delle collezioni sia maschili sia femminili è stata la sostenibilità, in favore della crescente attenzione all’ambiente.

Si fa più attenzione ai processi di produzione riducendo lo spreco e soprattutto rendendoli meno inquinanti preferendo a questi sviluppi più green.

L’attenzione nelle svariate sfilate di moda è ricaduta anche nella scelta, ma soprattutto nella ricerca, di materiali innovati e riciclabili con il minor impatto ambientale.

Detto ciò le tendenze viste sulle passerelle ci aiutano nella scelta del nostro nuovo guardaroba primaverile.

Vi è un ritorno agli anni 70 e 80 in stile coloniale attraverso l’utilizzo di materiali naturali come la raffia e al denim in tutte le sue declinazioni. Per gli amanti dei colori vi sarà una palette dai toni più accessi partendo dall’arancione sino al più coloniale beige sabbia.

Concentriamoci ora sugli accessori, in primo luogo quelli femminili.

Trionfano i sandali super minimal, caratterizzati da lacci e intrecci che intrappolano il piede per poi legarsi alla caviglia. Vi è il ritorno anche della ballerina, della scarpa da danza per eccellenza, icona di comodità e praticità.

Ovviamente, anche per questa stagione, non potevano mancare i camperos come stivali donna per una vera cowgirl metropolitana.

Per quanto riguarda l’uomo è stata un’edizione particolarmente interessante che ha messo in evidenza i nuovi lati del guardaroba maschile, tra contemporaneità e sportswear, avanguardia e classicismi.

Infatti sulle passerelle non sono mancati i mocassini da barca con la suola in gomma e le sprintose e sempre attuali espadrillas.

Oltre agli intramontabili desert boot e stivaletti sportivi non possono mancare la sneaker, presenza ormai consolidata nel vestiario maschile.

La Collezione Primavera Estate 2020 vista da Moreschi

Parlando di scarpe e accessori non possiamo non parlare di Moreschi, che da sempre accompagna la tradizione del suo know-how con lo stile innovativo.

Moreschi sceglie di raccontare la sua Primavera Estate 2020 attraverso lo spirito fresco e selvaggio del Mediterraneo.

#LeavingByTheSea è collezione che esalta uno stile rilassato ed informale che però non dimentica i codici di eleganza e riuscendo ad esprimere quello spirito Effortless-chic tipico dell’uomo Moreschi.

Linee pulite ed asciutte che rileggono lo stile classico in chiave contemporanea e decontractè, enfatizzando la qualità della materia prima, nonché il concetto di comodità e versatilità.

Una gamma colori che raccoglie il fascino delle sfumature del Mediterraneo, dall’azzurro delle profondità marine alle tonalità neutre della sabbia senza privarsi di un tocco di arancione che ricorda i tramonti sul mare.

La collezione rinnova alcune delle icone più emblematiche degli archivi del marchio, tra cui mocassini, derby e sneakers.

Il mocassino acquista look ricercati e di design. Lo si può osservare con uno speciale intreccio ton sur ton realizzato di pelle; oppure un po’ più̀ elaborato con una suola Superflex ed un pellame nabukkato, estremamente morbido e leggero; ed infine sofisticato e fresco grazie ad una speciale foratura passante a vista.

In equilibrio fra uno spirito retro e un’estetica sofisticata la sneaker Moreschi unisce l’heritage ad una particolare cura dei dettagli. L’elegante infilatura in raffia tie&dye, esempio di squisita lavorazione artigianale, crea una scarpa sempre attuale.

Moreschi ha affrontato l’argomento sostenibilità declinandolo nelle proprie calzature, infatti sono state inserite nuove suole in gomma ottenute con materiali di riciclo. Elementi che stanno portando Moreschi su una nuova rotta Eco-friendly per la prossima stagione.

 

This post is also available in: English

Altre storie che ti potrebbero interessare